Antonio Semiglia AFIAP AFI

Scrive di me Marco Zurla, AFI BFI EFIAP

(Delegato Regionale FIAF Liguria e Direttore dipartimento Concorsi FIAF)

 

Nato a Sanremo nel 1952, Antonio Semiglia (per tutti Tonino), ha iniziato a fotografare nel 1974. La passione per la fotografia gli è stata trasmessa dal sottoscritto, che già dal 1969 aveva documentato gran parte delle vicende scolastiche ed extra-scolastiche. Ricordo che quando ha iniziato l‟avventura fotografica aveva acquistato una vecchia Exacta K 1000, completamente manuale, caratteristica fondamentale che gli ha permesso di apprendere meglio e più in fretta le tecniche di base. Nel 1978 inizia a partecipare ai primi concorsi fotografici ed i risultati confortanti faranno dei concorsi una componente essenziale del suo percorso fotografico. Nel 1981, assieme a chi scrive e ad altri fotoamatori taggesi è tra i fondatori del circolo fotografico “Tabia” di Taggia che subito dopo sarebbe diventato il Fotoclub “Riviera dei Fiori” di Sanremo. Si iscrive alla FIAF e nel 1982 ricopre, per un triennio, la carica di delegato per la Provincia di Imperia. Nel 1987 la passione per la fotografia gli fa fare un passo importante. Assieme ad altri due soci si dedica, per alcuni anni, alla fotografia professionale aprendo uno studio fotografico in Arma di Taggia. In questo periodo affina le conoscenze fotografiche nel campo pubblicitario che saranno utili per tornare al fotoamatorialismo con un maggior bagaglio tecnico e provata esperienza, cosicché dopo circa sei anni di attività professionale riabbraccia un modo di intendere la fotografia a lui più congeniale. Fotografare soggetti obbligati ed ancor più doverli fotografare come desideravano i clienti non gli dava più stimoli né soddisfazioni. La vera fotografia era quella che sentiva dentro e che poteva rappresentare in piena libertà: il viaggio, l‟uscita fotografica con gli amici, il nostro entroterra, e qualunque altro soggetto che destasse la sua attenzione. Con Tonino ho condiviso tantissimi anni di fotografia attiva ed organizzativa, molti viaggi e tante escursioni e dal 1998 sino al 2001 ho contribuito a trascinarlo, in modo assiduo, nel mondo dei concorsi. In quegli anni abbiamo partecipato a quasi tutti i concorsi con patrocinio Fiaf ed abbiamo raggiunto, entrambi, risultati molto confortanti. In questi quattro anni ha ottenuto 23 premi e 150 ammissioni (di cui 97 in bianconero) che l‟hanno portato ad ottenere dalla FIAF l‟onorificenza di AFI (Artista Fotografo Italiano). 

Dal 2002 per motivi di lavoro e successivamente personali, si è allontanato sia dalla fotografia "concorsistica" che dalle normali attività del circolo, con la sola eccezione della partecipazione all‟organizzazione ed allo sviluppo del “Circuito del Ponente Ligure” che ha avuto i natali proprio nel 2002 .

In tutti questi dieci anni di Concorsi del Circuito si è occupato, con passione e determinazione, alla registrazione ed alla elaborazione dei dati per mezzo del computer e, nei primi anni e sino alla conversione al digitale, si è occupato della stesura e dell‟impaginazione grafica del prestigioso catalogo. A metà degli anni „10, non senza rimpianti, si arrende al progresso ed abbandona definitivamente le attrezzature analogiche a favore del digitale, non riuscendo però, agli inizi, ad apprezzare completamente i risultati ottenuti con le nuove tecnologie. Almeno sino a tre anni fa. Dal 2008, ritrovata una buone serenità personale, riprende a fotografare con impegno ed intraprende numerosi viaggi: Il deserto libico, la gente di Cuba, l'Egitto e Zanzibar sono buone ispirazioni per un ritorno completo a quello che comunque, con alti e bassi spesso caratteriali, è stato da sempre il suo grande ed insostituibile hobby. Con la ritrovata voglia di fotografare riprende anche l'attività con il circolo. Rientra nel Consiglio Direttivo e par-tecipa costantemente alla sua vita sociale ed organizzativa. Per le attività culturali dell‟associazione ha effettuato numerose serate di illustrazione di programmi di camera chiara e da quest‟anno curerà un corso di postproduzione ed elaborazione dei files con l‟utilizzo di Photoshop. Con il ritorno alla fotografia attiva e durante l‟ultima edizione del Circuito del ponente ligure, di cui faceva parte dei giurati, ha maturato la decisione di tornare, a pieno ritmo, ai concorsi fotografici. In campo internazionale sono arrivate grandi soddisfazioni, con 935 ammissioni e 41 premi ottenuti con 115 immagini diverse in 40 nazioni diverse. Quest'anno, a seguito dei brillanti risultati, è stato insignito dell'onorificenza AFIAP. Attualmente, per la FIAF, ricopre la carica di Delegato per la provincia di Imperia e fa parte dei cinque membri della Commissione Controllo Concorsi.

 

Marco Zurla